• Trekking

  • Il territorio di Cagli si estende su un ampio comprensorio dalla notevole varietà paesaggistica. Si va dai dolci declivi del paesaggio collinare, fino alle alte vette dell’Appennino Umbro-Marchigiano con le cime del Monte Catria e del Monte Nerone, passando per l’ampio pianoro del Monte Petrano che sovrasta il centro cittadino. Un ambiente incontaminato fatto di assolate radure, boschi odorosi, creste selvagge e ripide gole incise dal lento e incessante scorrere dei fiumi. Luoghi selvaggi che l’uomo ha frequentato già in tempi remoti lasciando memoria di sé nelle rovine di antiche fondazioni o nelle pietre delle millenarie abbazie che punteggiano le boscose pendici.
    Una fitta rete sentieristica permette di addentrarsi in questo variegato ecosistema per lasciarsi sorprendere dalle rare bellezze che si affacciano durante il cammino.
    Misurati su diversi gradi di difficoltà, i percorsi permettono a chiunque di godere dello stupendo paesaggio che si offre allo sguardo, proponendo placide passeggiate, ideali per chi si affaccia timidamente al mondo del trekking, fino a escursioni dalle forti emozioni per i più esperti.
    Tra i sentieri di estensione nazionale trova qui percorrenza il Sentiero Italia che, in questo segmento, dalla località di Pieia conduce alla vetta del Monte Nerone. Mentre il Sentieri Frassati è, in questa regione, rappresentato dal tratto che da Cagli conduce al Monastero di Fonte Avellana.
    Tutti i gli itinerari sono contrassegnati dalla tipica segnaletica a bandiera bianca e rossa e dal numero nazionale CAI.

     

    • Condividi

      Facebook
      Google+
      https://www.visitcagli.it/trekking
      Twitter
    • Leggi anche